Quali sono i benefici del sale?

Un breve aggiornamento sulla sua storia e utilizzo

Il sale è conosciuto fin dalla preistoria per le sue proprietà di condimento e di conservazione degli alimenti. Veniva estratto da miniere spesso interrate in profondità, o più facilmente da fonti saline o dal mare (coltivazione del sale).

Le vie del sale sono state fin dall'antichità le principali vie di comunicazione e di scambio per il trasporto del sale, trasportato dalle regioni produttrici a quelle che ne erano prive.

Era anche un mezzo di scambio e una valuta, soprattutto in Cina e in Europa. Il sale venne tassato per diversi secoli tramite una tassa specifica chiamata gabella apparsa sotto Luigi IX. Questa tassa, divenuta permanente, variabile a seconda delle province e crescente al punto da far salire il prezzo del sale, divenne così impopolare da provocare massicci esodi rurali, scatenare guerre e partecipare in particolare allo scoppio della Rivoluzione francese.

 

Cos'è il sale?

Il sale è composto da cloro e sodio. In 1 grammo di sale ci sono 600 mg di cloro e 400 mg di sodio, da cui il nome cloruro di sodio.

Inizialmente, il sale (NaCl) è una materia prima chimicamente simile ovunque. In alcune regioni, il metodo di raccolta, purificazione ed essiccazione può essere molto industriale o molto artigianale.

Per quanto riguarda la produzione industriale, però, non si può parlare di sale “chimico” perché non deriva da una produzione o reazione chimica. D'altronde non tutti i sali subiscono gli stessi trattamenti dopo la raccolta.

Il sale da cucina può essere raffinato e contenere il 99% di cloruro di sodio e può essere arricchito con iodio, fluoro o agenti antiagglomeranti.

Un sale marino o fior di sale sarà naturalmente più ricco di oligoelementi e spesso conterrà meno dell'80% di cloruro di sodio (+/- 77% di cloruro di sodio). sodio, 16% sali di magnesio, 4% sali di calcio e 2% sali di potassio).

Anche il loro aspetto, cristallizzazione e densità saranno diversi (grandi cristalli, scaglie, piramidi, ecc.)

Contenuto di sale o sodio?

Attenzione, non è la stessa cosa. Il sale alimentare è cloruro di sodio, una molecola composta da 60% di ioni di cloro e 40% di ioni di sodio.

1 grammo di sodio corrisponde a 2,54 grammi di cloruro di sodio.

Se nella composizione di un alimento è indicata la quantità di sodio, sarà necessario effettuare un piccolo calcolo per conoscere la percentuale totale di sale assorbita.

 

Sale... che senso ha?

Per il corretto metabolismo, il sodio è essenziale, proprio come il cloruro. Aiutano, tra le altre cose, a preservare il volume del sangue, trasmettono segnali alle pareti cellulari e trasportano altri nutrienti come il glucosio.

Secondo vari studi, un apporto ragionevole di sale sarebbe compreso tra 7,5 e 12,5 g di sale al giorno.

I benefici del sale per gli sport di resistenza

  • Durante l'esercizio

L'acqua pura viene assimilata meno bene dell'acqua con aggiunta di sodio. È un fatto. L'effetto del sodio (che è un elettrolita) sull'idratazione è molto importante per gli atleti!

Rispetto all'assunzione di sola acqua, consumare la giusta quantità di sodio con acqua durante l'esercizio fisico aiuta a favorire un migliore e maggiore apporto di “liquidi”, quindi migliorare l'idratazione, ovvero a limitare la disidratazione legato all'attività fisica.

Inoltre, l'aggiunta di sodio permette di mantenere meglio i volumi plasmatici ed extracellulari. Infatti, limita la diminuzione del volume plasmatico durante l'esercizio (questo volume plasmatico corrisponde, in altre parole, al volume del sangue). In parole povere, aiuta l'atleta a ridurre la frequenza della minzione, il che gli consente di risparmiare tempo durante la corsa e di non passare il tempo sul ciglio della strada!

Infine, questo apporto di sodio permette di limitare il calo della concentrazione di sodio nel plasma (chiamato iponatriemia per un valore inferiore a 130mmmpl.L-1). Ciò è particolarmente valido per eventi di lunghissima durata (ultratrail, ultra-distanza ciclistica, Iron Man, ecc.) e che si svolgono in condizioni ambientali calde dove i fenomeni di evaporazione e traspirazione sono significativi.

Non esiste un valore preciso per l’assunzione di sodio per ora di esercizio. Alla luce di recenti ricerche, sembra che un'assunzione di 400-500 mg di sodio (ovvero da 1,2 a 1,5 g di sale) all'ora sia soddisfacente per eventi a lungo termine. .

  • Dopo lo sforzo

È possibile compensare la disidratazione dopo l'attività fisica in modo più efficace e rapido consumando un po' di sodio in aggiunta alle bevande durante il recupero. La forma in cui lo fai non ha molta importanza.

Quanto prima si effettua l'assunzione, tanto migliore è il ripristino dell'equilibrio idrominerale e il recupero risulta quindi ottimizzato! Ciò è tanto più importante quando gli atleti devono eseguire serie di sforzi lunghi e intensi in rapida successione (in una gara ciclistica ultra-distanza, per esempio).

Dove trovare il sale a Holyfat? 

I prodotti Holyfat contengono, tra le altre cose buone, sale. Le nostre puree di semi oleosi contengono sale di Guérande, in particolare sale di cacao che ha un contenuto di sale abbastanza elevato (0,62 g di sale per 100 g). Le nostre barrette cacao-arachidi contengono anche scaglie di sale (0,66 g/100 g). Da oggi puoi trovare le nostre bevande ricche di elettroliti (soprattutto sodio), ideali per accompagnarti nel il tuo rendimento sportivo ma anche per migliorare il tuo recupero. Una bevanda elettrolitica è una bevanda progettata per reintegrare le perdite di minerali e ridurre i crampi durante gli sforzi sportivi. Visita il negozio qui per trovare le nostre bevande. Allo stesso tempo, continuiamo a sviluppare attivamente ogni giorno nuove ricette per soddisfare le vostre aspettative. Non vi diremo altro!

Che sale usiamo?

Utilizziamo il sale di Guérande per i nostri burri di noci e le nostre barrette. Per motivi tecnici, utilizziamo sale fino per le nostre bevande.

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.